Le Magazine Accor Hotels

Scoprendo gli arrondissements parigini

Addentrarsi tra i quartieri della "città delle luci" è la maniera per conoscere la vera Parigi

Parigi è una città fatta di tanti piccoli villaggi. Si tratta dei meravigliosi arrondissement. Comprendili e vivrai Parigi come fanno i locali. L'arrondissement più suggestivo è senza dubbio il primo, nel cuore della capitale francese, ma anche il 4, il bohémien del Marais, non è da meno per bellezza e posizione. Usa la nostra guida e scopri i più suggestivi.

Cosa sono gli arrondissements?

Per capire la configurazione degli arrondissements, bisogna immaginarsi una spirale, che si estende dal centro della città su una mappa. Parigi in totale è divisa da 20 arrondissements. Il primo è quello più visitato, mentre difficilmente si troveranno turisti intenti ad esplorare il 20°. I nomi degli arrondissements sono facili da imparare e definiscono le caratteristiche della zona in cui si trovano. I parigini tendono ad orientarsi con i numeri, cosa molto più semplice una volta conosciuti tutti.

Il cuore della città

Nel 1 ° arrondissement di Parigi si trova il Palais Royal. Edificio di rara bellezza e aperto ai visitatori che una volta regnava su tutta Francia. Il Louvre dà il nome a questo quartiere, per alcuni è il più bello di Parigi. Formato dalla caratterstica e moderna piramide di vetro, il Louvre è uno dei musei più importanti al mondo e ospita opere dei più grandi artisti di tutti i tempi, tra cui anche la Gioconda di Leonardo Da Vinci. C'è talmente tanto da vedere che difficilmente basterebbe un giorno per visitarlo tutto.

Il Bourse: il 2° arrondissement

Nella botte piccola c'è il vino più buono; benvenuti in uno dei più piccoli arrondissements: il Bourse. Chiamato così proprio perchè il palazzo della borsa di Parigi si trova all'interno di questo quartiere. Ci sono piccoli segreti che rendono questa zona meta prediletta da i foodies. La strada Montorgueil è stracolma di "cafè" e bar di ogni tipo, che propongono le prelibatezze della gastronomia francese. Addentrandosi, si possono ammirare le gallerie, esistenti dall'inizio del XIX secolo. Quella conservata meglio è la Gallerie Vivienne

Il 3° arrondissement

Il vivace Marais, quartiere un tempo bohémien e ora tra i più costosi, inizia nel 3° arrondissement di Parigi. Per gli amanti del cibo, una tappa obbligatoria è il mercato coperto di rue de Bretagne, il più antico di Parigi. 
Pablo Picasso era spagnolo, ma i suoi lavori più importanti sono stati prodotti qui a Parigi e proprio in questo quartiere si può ammirare il Museo Picasso. C'è anche il Conservatorio delle Arti e Mestieri, che mette in mostra prototipi di strutture e di invenzioni come il primo monoplano e la Statua della Libertà... visitalo e risveglia la curiosità del bambino che è in te!

Tra l'antico e il moderno

Benvenuto nella Parigi medievale nel 4° arrondissement, chiamato Hotel de Ville, ma conosciuto per la maestosa Notre Dame. Deliziosi ristoranti e bistrot offrono una vasta scelta a chi volesse gustare la cucina francese e le boutique di alta moda sono ad ogni angolo. Il Centre Pompidou, lo straordinario edificio che racchiude il più importante museo di arte moderna della città è semplicemente imperdibile. Sali all'ultimo piano e goditi la vista sorseggiando un buon cocktail.

L'arrondissement intelletuale

I parigini amano la letteratura e la filosofia, il che si nota nel 5° arrondissement: il Quartiere Latino. Qui, tra intelletuali e studenti, sorge il cuore della cultura parigina; la più antica università della città, la Sorbona. Nello stesso quartiere si trova il Pantheon, una chiesa monumentale in onore della patrona di Parigi, Santa Genoveffa. Dopo una pausa in uno dei bar che animano la zona, c'è una tappa fondamentale: Shakespeare and Co. Sfoglia i numerosi scaffali dei libri di lingua inglese, per lo più usati, e scegli qualcosa di speciale come ricordo della tua visita.

Filosofeggiare davanti un caffè

I Cafè, i parchi e le piccole gallerie d'arte di Saint Germain des Prés, rendono questo arrondissement uno trai i più belli e suggestivi di Parigi. Non si può che iniziare la visita al 6° arrondissement leggendo un libro al tavolo di Cafè de Flore, il leggendario pioniere dei caffè parigini dove, tra gli altri, anche Jean Paul Sartre ha elaborato le sue teorie. Il quartiere prende il nome dalla chiesa più antica di Parigi, la pittoresca chiesa di Saint Germain des Prés.

La Tour Eiffel

Quando fu costruita la Tour Eiffel, nel 1889, i parigini la detestavano. Adesso è probabilmente la struttura più visitata e rappresentativa della città e domina il 7° arrondissement di Parigi. Un giro nei piani più alti della Tour Eiifel è d'obbligo per scoprire perchè Parigi è chiamata la Città delle Luci. Qui si trova il Museo d'Orsay, dove potrai osservare quadri di Monet, Manet, Van Gogh con la più grande collezione di arte impressionista e post-impressionista del mondo. 

Lusso e moda

Passeggia in una delle strade più famose al mondo, tra boutique di lusso e locali alla moda. Le Champs-Élysées è il cuore dell'esclusivo 8° arrondissement parigino. Se è vero che le boutique sono per budget elevati, è anche vero che guardare non costa niente... e l'Arco di Trionfo, commissionato da Napoleone, fa da sfondo a questo magnifico quartiere. Poco distante si trova il Grand Palais, con imponenti cupole di vetro su grandi spazi espositivi: una meraviglia architettonica.

Shopping no stop

I più bei centri commerciali della città sono la Gallerie Lafayette e la Gallerie Printemps; ci troviamo nel 9° arrondissement. A nord del 9° arrondissement c'è uno dei primi grandi contrasti, delineato da Pigalle, dove una volta vivevano artisti del calibro di Picasso, Henri Toulouse Lautrec. Pigalle non è per deboli di cuore; dal famoso Moulin Rouge agli spettacoli di burlesque con cena, sono svariati gli show da godersi in questo quartiere di Parigi.

Un paradiso di pace e tranquillità

Dopo il trambusto del centro parigino, ci spostiamo verso il 10° arrondissement. Qui troverete il Canal St. Martin, delimitato da una vegetazione rigogliosa e alcuni Cafè. I giovani parigini vengono qui a passare i fine settimana; le strade sono chiuse al traffico il sabato pomeriggio e tutta la domenica, quindi è il fine sttimana il momento perfetto per visitare la zona. Anche qui, come in quasi tutta Parigi, non mancano negozi e boutique.

Dove vanno gli Hipster

Come ogni grande città, anche Parigi ha la sua zona emergente: l'arrondissement numero 11. Quando cala il sole, bar e ristoranti si riempiono. Potresti essere sorpreso di scoprire che molti di questi locali hanno un'atmosfera latinoamericana, che riflette la multiculturalità della zona. Spostandosi un pò si arriva a rue Oberkampf, dove si ritorna, in parte, a respirare la tradizione francese.

Dove cacciavano i Reali

The city's finest department stores, the gorgeous Galeries Lafayette and Printemps among them, are temples to shopping on the Grand Boulevards of Opera, the 9th Paris arrondissement. Take the lift to the top of either of these magnificent stores to admire the views before engaging in some essential shopping therapy. Offering a sharp contrast is Pigalle, to the north of the 9th, once an edgy area that was home to artists such as Picasso and Henri Toulouse Lautrec. Pigalle is still not for the faint hearted. Connoisseurs of cabaret can visit the renowned Moulin Rouge, featured in much of Toulouse Lautrec's work, to enjoy classy burlesque shows with dinner.

Biblioteca non convenzionale

Il motivo per visitare il 13° arrondissement è senza dubbio dato dalle strutture mozzafiato commisionate dal presidente francese degli anni '80 Francois Mitterand. I suoi progetti divennero famosi, ma il più rappresentativo è la Biblioteca nazionale francese. Quattro grandi torri di vetro a forma di L (per raffigurare un libro parzialmente aperto) rappresentano un grande progetto o un costoso capriccio di fantasia? Ad ogni modo vale la pena dare un'occhiata.

Un giro nei sotterranei

La principale attrazione del 14° arrondissement è sotto i tuoi piedi; si tratta delle Catacombe di Parigi. Una volta miniera, si è trasformata nel luogo per sepellire i morti dopo il sovraffolamento dei cimiteri. Può sembrare racappricciante, ma chi visita le catacombe concorda sul fatto che è uno dei luoghi più inaspettati e curiosi di Parigi. Può non essere adatta a bambini data la presenza di scheletri ed ossa.

Esposizioni e Medicina

C'è sempre qualche tipo di spettacolo al Parc des Expositions nel 15° arrondissement di Parigi. Si tratta di uno dei più grandi centri espositivi in Europa. Da fiere a esposizioni temtiche... informati in anticipo e controlla che non ci sia proprio l'esposizione che fa al caso tuo. Il Museo Pasteur è piccolo, ma affascinante. Ubicato nell'appartamento di Louis Pasteur, famoso per le sue scoprerte sui vaccini che hanno cambiato la scienza medica. 

Il 16° arrondissement

Benvenuti nell'equivalente parigino dell'Upper East Side di New York. Il 16 ° arrondissement di Parigi è molto ricco. Per il visitatore, c'è molto da vedere. I giardini del Trocadero, adiacenti alla Senna, godono di una vista eccellente sulla Torre Eiffel. Qui troverai l'imponente Palais de Chaillot. Un tempo sede della NATO, ora ospita una serie di musei, tra cui il Museo Navale. Il Museo Marmottan in rue Louis-Boilly è 'un segreto' di Parigi e ospita la collezione di Monet più grande al mondo, senza dimenticare i capolavori di Gauguin e Renoir.

Deliziosa Parigi

A prima vista, sembrerebbe non esserci molto da vedere nel 17° arrondissement di Parigi, ma non è così. Il mercato di Batignolles, in via Lemercier, da fuori sembra un normale edificio parigino degli anni '70, ma all'interno è un autentico mercato alimentare. Spuntini giapponesi, piatti tipici francesi, prelibatezze libanesi... non ti resta che assaggiare!

Il Sacro cuore di Parigi

La famosa collina di Montmartre è la caratteristica più famosa del 18 ° arrondissement di Parigi, sormontata dalle incredibili cupole bianche del Sacré Coeur, la Basilica del Sacro Cuore. Camminando fino alla cima potrai godere di alcune vedute davvero mozzafiato della città. In passato, le strade tortuose che conducevano alla collina, ospitavano artisti squattrinati... da Picasso a Van Gogh. Il Museo di Montmartre è nascosto in un'antica casa colonica, dove lavoravano molti artisti.

Un paradiso per i più piccoli

Se sei in viaggio con bambini, il nord della città, nel 19° arrondissement, fa al caso tuo. Lontano dal trambusto delle principali aree turistiche, troverai la Citè des Enfants (la città dei bambini), un enorme museo della scienza rivolto ai più giovani, di età compresa tra i 7 e 12 anni. Ci sono mostre interattive, un sottomarino reale, ma ci sono attrazioni anche per gli adulti. La Citè de la Musique (la città della musica) è situato in uno degli edifici contemporanei che meglio esaltano l'architettura moderna. 

Una visita ai più grandi di sempre

Andando verso est del centro città, si incontra il 20 ° arrondissement di Parigi. Qui c'è una grande attrazione: le tombe del cimitero Pere-Lachaise, che attirano visitatori da tutto il mondo. Molti vengono in una sorte di pellegrinaggio per vedere la tomba di Jim Morrison, il leggendario cantante dei The Doors. Altri raggiungono questo quartiere per ammirare la bellissima tomba di Oscar Wilde, il drammaturgo britannico che morì senza un soldo a Parigi. Qui sono sepolti anche il compositore Chopin e Edith Piaf

Gli Arrondissements da evitare

Parigi è una città molto sicura, così come sono sicure anche le zone periferiche della città... quindi non ci sono arrondissement da evitare. Tuttavia, come in tutte le grandi metropoli del mondo, ci sono alcune zone considerate meno sicure di altre. Il consiglio è, tranne per i più avventurosi, quello di evitre il quartiere Chateau Rouge, del 19° arrondissement e il distretto di St. Blaise, nel 20°.

Ti è piaciuto? Condividilo!

Vuoi saperne di più?

Continua l'avventura

I nostri hotel a parigi Guida di parigi

Casuale

Più idee di viaggio