Le Magazine Accor Hotels
1 ORA, 1GIORNO, 1 SETTIMANA

Visitare Napoli a piedi: guida al trekking urbano

Un labirinto di scale e gradonate dalle colline al mare

Tra i vicoli e le strade percorse da auto e motorini si nasconde una Napoli poco conosciuta, fatta di più di duecento tra scale e gradonate. Quella che si può osservare percorrendo il dedalo di gradini e rampe che la attraversano è una città nella città. Metti in valigia un paio di scarpe comode e preparati a guardare Napoli con occhi diversi.

via chiaia a napoli
Un angolo di via Chiaia

Le scale di Napoli: il palcoscenico della vita della città

Ripidi scalini, gradoni regolari, eleganti scalinate che si aprono tra i vicoli del centro storico. Se hai già visitato Napoli avrai notato questa presenza costante in tutta la città. Sì, perché le scale che collegano quartieri, chiese e zone centrali di Napoli sono più di duecento. Migliaia di scalini che fanno da palcoscenico alla vita quotidiana. Percorrerle è come osservare uno spaccato fedele della storia e delle abitudini di Napoli. Tra panni stesi ad asciugare al sole, il senso di famiglia e di comunità che si sviluppa nei vicoli e scorci dominati dal Vesuvio sullo sfondo, abbandonare i classici itinerari turistici e lanciarsi in un continuo saliscendi tra le sue scale è un ottimo modo per visitare e conoscere Napoli.

vista su napoli
Vista su Napoli dalla Certosa di San Martino

Trekking urbano e spettacoli itineranti

Visitare Napoli a piedi attraversando le sue scale vuol dire conoscere meglio e più velocemente la città, bypassando il traffico e le strade caotiche e apprezzando la quiete e i ritmi lenti della camminata. Puoi scoprire le scalinate di Napoli seguendo il tuo istinto oppure unirti ad altri e lasciarti guidare, per conoscere non solo i percorsi e i panorami più incantevoli della città, ma anche per carpire tutti i segreti della storia di questi passaggi “obliqui”, celebrati da poeti, scrittori, cantanti e dal cinema. Le scale che in origine erano state pensate per offrire un collegamento rapido tra le colline e la zona costiera, oggi, riqualificate e valorizzate, sono tornate a essere un punto di riferimento per cittadini e turisti. L’incanto regalato dalle scale di Napoli è ancora più intenso quando questi gradini che raccontano secoli di storia diventano il palcoscenico di mostre, concerti e spettacoli itineranti. Ne è un esempio l’iniziativa “Tu scendi dalle scale”, organizzata ogni anno dal Comune e che, con un fitto programma di spettacoli e passeggiate, rende protagonista questo importante patrimonio della città.<o:p></o:p>

pedamentina napoli
Scalinata storica patrimonio dell’Unesco

La Pedamentina, la strada pedonale più lunga d’Italia

Con i suoi 414 gradini, la Pedamentina è la strada pedonale più lunga d’Italia. Un susseguirsi di rampe che collegano il Vomero con Spaccanapoli. Si parte dal belvedere della Certosa di San Martino – non distante dal Castel dell’Elmo – e si scende, in un percorso di quasi tre chilometri, fino ad arrivare a corso Vittorio Emanuele. Da lì, si può proseguire la camminata perdendosi tra i colori e le voci dei vicoli del centro storico. Durante la discesa è d’obbligo fermarsi di tanto in tanto per godersi lo skyline del centro che sembra come protetto dalla rassicurante presenza del Vesuvio alle sue spalle. Tra tutte le scale di Napoli, la Pedementina è l’unica che nasce appositamente con lo scopo di collegare Castel dell’Elmo con la parte bassa della città. Nella maggior parte dei casi le scale sono nate per collegare chiese e monasteri, rappresentando all’occorrenza una via di comunicazione o di fuga. <o:p></o:p>

scale del petraio napoli
La tortuosa discesa del Petraio

Le scale del Petraio, tra ville e giardini fioriti

Il punto di partenza per un altro percorso imperdibile è sempre il Vomero, come per la Pedamentina. Stavolta però si scende su un altro versante, lungo i gradini costruiti su quello che era il letto di un torrente. Le scale del Petraio scendono verso il corso Vittorio Emanuele e poi giù verso Chiaia, lungo le eleganti rampe Brancaccio. La discesa verso il mare regala un susseguirsi di immagini che lasciano a bocca aperta: i gradini ripidi che sembrano tagliare in due le case che si affacciano sulla scalinata, i giardini che si aprono di colpo alla vista e il mare che è una presenza fissa all’orizzonte. Camminare lungo le strade di Napoli è anche un modo per toccare con mano i contrasti della città: angoli abbandonati accanto a scorci molto curati, graffiti accanto a opere di street art, cocci di bottiglia accanto a giardini incantevoli.
napoli capodimonte
Salita a Capodimonte

Scale della Principessa Jolanda a Capodimonte

Quello che si apre attorno alle scale della Principessa Jolanda a Capodimonte è tra i percorsi più ricchi di cultura dell’intera Napoli. Si scende verso il Tondo di Capodimonte circondati dal Real Bosco, dal Museo di Capodimonte e dalle Catacombe di San Gennaro. La scalinata ottocentesca, dedicata alla figlia del re Vittorio Emanuele III, è stata progettata dall’architetto Niccolini.
panoramica napoli
Veduta di Napoli

Visita Napoli a piedi e soggiorna in uno degli hotel AccorHotels

Visitare Napoli a piedi richiede energia e forza di volontà, per affrontare chilometri di discese e di salite. Hai quindi bisogno di un hotel comodo e accogliente, dove riposare a fine giornata e dove sentirti coccolato come a casa. Ricerca gli hotel AccorHotels a Napoli: trovi indirizzi in centro o vicino al mare, da cui sarà facile immergerti nei mille volti e nei mille colori di Napoli.<o:p></o:p>

Ti è piaciuto? Condividilo!

Casuale

Più idee di viaggio