Le Magazine Accor Hotels
Seguimi …

Cosa visitare a Sion?

#insiderTips 10 - Hotel ibis Sion Est

La città di Sion rivelata dal nostro team! Presto andate a Sion? Il nostro team vi svela alcuni suoi segreti. Seguite i consigli di David, Annette, Anja e Mexhid senza esitare!

#insiderTips 10 - Partite alla scoperta di Sion con il personale dell'hotel ibis Sion Est - Hôtel ibis Sion Est

I tesori gastronomici di Sion
Per il nostro team, a Sion, la famosa raclette al formaggio degli alpeggi è semplicemente imprescindibile. Ricordate di riportare le valigie piene di segale, carne secca e formaggio da raclette per ricordare le vacanze, una volta tornati a casa.
Anche gli amanti del dolce troveranno la felicità alla panetteria Zenhäusern con gallette alle albicocche del Vallese e i cornetti al cioccolato. Le Lucus è anche un ottimo indirizzo. Vi si gusta un delizioso gianduia, apprezzato dal team.

Dove si trova il tesoro nascosto di Sion?
Tutti d’accordo, si tratta del cours Roger Bonvin. Un luogo attrezzato per le gite e per i picnic in famiglia. Si trova sopra la galleria che attraversa la città di Sion. Un altro porto di pace e freschezza: le isole. Un luogo perfetto nelle giornate di caldo, così frequenti nel Canton Vallese.  
Che lingue si parlano nella vostra città?  
Qui il francese è la lingua ufficiale. Ma Sion è la capitale di un cantone bilingue. Per questo, il tedesco è sempre presente nella vita di tutti i giorni.  

Secondo voi, qual è il monumento emblematico di Sion?
Per il nostro team, è la basilica di Valère. Il luogo ospita il più antico organo ancora utilizzabile del mondo! Un altro luogo da non perdere è il castello di Tourbillon. Un bell’edificio costruito e abitato da un vescovo savoiardo: Bonifacio di Challant. Ogni estate questi splendidi monumenti sono oggetto di rappresentazioni con suoni e luci.   
Quali sono le personalità locali?  
Diverse sono di Sion. Per esempio, Frédéric Recrosio, umorista nato e residente a Sion. Inoltre, lo scrittore Maurice Zermatten e Steve Locher, campione del Mondo e medaglia olimpica di sci.   
Qual è l’evento da non perdere a Sion?
Tra Sion sotto le stelle, il Jardin des Vins e il Guinness Irish Festival, a Sion ce n’è davvero per tutti i gusti!
Qual è la cosa più insolita che avete visto nella vostra città?  
Sicuramente le navette automatiche. Vi fanno scoprire una parte della città, senza autista!  
Quali sono le espressioni tipiche di Sion?
A Sion, le frasi finiscono spesso con “ou quoi” o “ou bien”. Tra le espressioni vallesane più frequenti: “C’est qui çui-ci”, “Ça va le chalet?”, “T’es le fils à qui?”, oppure “Tchô bonne!”. Senza dimenticare il famoso: “T’as où les vignes?” Usato quando un vallesano incontra un vallesano nuovo, per poterlo situare con precisione nel cantone.  A tavola, vi capiterà di sentire spesso: “Beau pays mais sec!” (lett. “Bel paese, ma asciutto!”) che indica il bicchiere ormai vuoto!

Ti è piaciuto? Condividilo!

Vuoi saperne di più?

Continua l'avventura

LE NOSTRE GUIDE DI VIAGGIO I NOSTRI HOTEL A SION

Casuale

Più idee di viaggio