Roma
 

Roma in 3 giorni

Avete in programma un viaggio a Roma? Per decidere cosa fare e cosa vedere mentre siete lì, prendete spunto dalla nostra idea di itinerario perfetto per una visita di tre giorni. Storia, cultura, divertimento, ristoranti… Assaporate la città a un ritmo rilassante senza rinunciare a nulla!



▼ Vedi le attività

Tra la sua fondazione leggendaria da parte dei due fratelli allevati dalla lupa alla sua attuale condizione di capitale d’Italia, passando dai capolavori del Rinascimento, Roma non ha assolutamente rubato il suo soprannome di “città eterna”. Sede del papato, centro dell’Impero romano, culla della civiltà occidentale e del diritto, la città è un monumento a cielo aperto, in cui ogni via, ogni facciata, ogni fontana è un piacere per gli occhi.

Il soggiorno dovrebbe cominciare dal Campidoglio, la più piccola ma la più centrale delle 7 colline su cui si trova il palazzo dallo stesso nome, una delle più belle piazze al mondo, progettata da Michelangelo. E’ qui che c’è anche il Museo del Campidoglio, il più vecchio museo al mondo che raccoglie i capolavori dell’Antichità. Su questa piazza si trova anche il Palazzo Senatorio, attuale sede del comune.

Scendendo a sud, si incontra il foro. Questo antico centro città serviva nell’Antichità da piazza pubblica su cui i romani discutevano, litigavano e commerciavano. E’ l’occasione per passeggiare all’aria aperta tra le vestigia di templi e basiliche, per capire un po’ meglio la vita a Roma nell’Antichità.

Camminando lungo il foro si raggiungerà il Colosseo, un immenso anfiteatro, il più grande di tutto l’Impero Romano, e senza dubbio il monumento più celebre della città. La sua immagine è legata a quella dei terribili combattimenti tra gladiatori e bestie feroci, ma era anche possibile assistere a battaglie navali, organizzate per attestare la potenza dell’Impero all’epoca.

Scendendo ancora più verso sud, sarà possibile scoprire un’altra vestigia dell’Impero Romano : il Circo Massimo, che poteva accogliere fino a 250000 spettatori, tanto da essere considerato il più grande campo sportivo che il mondo abbia mai avuto, ma anche uno spazio verde in cui oggi è piacevole camminare.

A seconda del tempo a disposizione e della voglia, sarà possibile continuare la scoperta di Roma antica con le terme di Caracalla, il mercato di Traiano o il Palatino.

Infine a metà pomeriggio, risalire a nord per scoprire il centro città e la sua celebre fontana di Trevi, uno dei simboli della città. Ed è in questa fontana magnifica, simbolo dell’arte barocca, che è nata l’abitudine di lanciare una monetina per portare fortuna o fare un voto. Impossibile evitarlo … le monetine poi saranno raccolte dalla città e ridistribuite per opere caritatevoli. E come non gustare poi un gelato a San Crispino, proprio nelle immediate vicinanze : dopo tutto è anche per i suoi gelati che si visita l’Italia!

Giorno 2 >

▼ Vedi le attività

Il giorno dopo, cambiare direzione verso Città del Vaticano. Scegliere di andarci presto, perché il sito è una delle principali attrattive di Roma, e le code possono diventare infinite sul tardi. All’intero visitare la celebre Cappella Sistina ed il suo soffitto conosciuto in tutto il mondo, dipinto parzialmente direttamente anche da Michelangelo.

Usciti dai musei del Vaticano, rotta verso la chiesta più celebre della cristianità, San Pietro in Vaticano, la chiesa parrocchiale del Papa. All’interno di questo maestoso edificio, impossibile non ammirare la Pietà di Michelangelo, così come il piede della statua di San Pietro, eroso secondo la tradizione, che voleva che i pellegrini baciassero il piede del santo entrando in basilica.

Dopo una mattina così ricca, il pomeriggio sarà decisamente più calmo. Dedicato ad una passeggiata nel cuore delle più belle piazze della città, cominciando da Piazza Navona, dove vale la pena scoprire la fontana dei Quattro fiumi del Bernini, poi Piazza di Spagna, nel quartiere delle boutique di lusso, ed infine Piazza Venezia, dove è stato eretto il monumento a Vittorio Emanuele II. Per la sera una pizza da Da Ricci o Dar Poeta per rendere omaggio alla capitale di tale piatto.

< Giorno 1 Giorno 3 >

▼ Vedi le attività

Per l’ultimo giorno a Roma, basterà seguire le orme di un regista d’eccezione, Nanni Moretti che nel suo film “Caro Diario”, presenta i più bei quartieri della città in funzione delle loro facciate. Volendo seguire il percorso che ha coperto in compagnia della sua fedele Vespa, appuntamento a partire dal quartiere Garbatella, a sud del centro città, un quartiere residenziale degli anni 20, poi appuntamento a Spinacetto, ancora più a sud della città, e poi rotta su Casal Palocco, un quartiere progettato negli anni 30 durante il Fascismo, diventato poi un quartiere residenziale borghese. Ed infine appuntamento a Ostia, in riva al mare, per rendere omaggio al luogo dove è stato ucciso il regista Pier Paolo Pasolini.

Approfittare dell’ultima serata a Roma per divertirsi e scoprire la vita notturna della capitale italiana. Dirigersi verso il quartiere Trastevere, dove si concentrano numerosi ristoranti e pub, verso il quartiere Testaccio per le discoteche o sulle rive del Tevere per bere un bicchierino in un ambiente davvero conviviale, soprattutto d’estate.

Sarebbe presuntuoso pensare che tre giorni bastino per sapere tutto sulla “Città eterna”. Tuttavia questo breve soggiorno permetterà di scoprire l’essenziale, prendendosi comunque un po’ di tempo per godere di un ambiente così particolare come quello offerto dalla capitale italiana. Se si avesse la possibilità di trascorrere un po’ più di tempo in città, vale la pena non perdersi i numerosi palazzi, gli uni più suntuosi degli altri, come Palazzo Farnese, Castel Sant’Angelo o villa Borghese. Senza dimenticare poi di uscire dalla città all’assalto del Vesuvio e della città di Pompei.

< Giorno 2

I nostri hotel a Roma

 

My TripPlanner

Per usufruire di TripPlanner, devi registrarti.

Login Registrati
} });