Le Magazine Accor Hotels
1 ora, 1 giorno, 1 settimana

Galleria del San Gottardo

La galleria del San Gottardo: già una leggenda

Lo scorso giugno la Svizzera inaugurava la Galleria del San Gottardo. Progetto smisurato, prodezze tecniche, prodigio tecnologico, tutto stupisce e meraviglia in questo titanico cantiere. Destinata a diventare un asse ferroviario fondamentale tra il sud e il nord dell’Europa, è anche un’opera da ammirare.

galleria del San Gottardo

Numeri da capogiro

Possiamo contare all’infinito: 57 km (cioè 6,5 km di più del Tunnel della Manica), 17 anni di cantiere, 56 metri di roccia scavata al giorno, una scavatrice di tunnel lunga 410 metri, circa 30 milioni di tonnellate di materiale di scavo per 325 treni al giorno. Se i numeri sono più chiari dei superlativi, occorre precisare anche che la galleria ferroviaria del San Gottardo consente di avvicinare Milano e Zurigo a tre ore di percorso grazie a una velocità massima di 250 km/h in galleria. Inoltre, secondo gli esperti, la Galleria è destinata ad alleggerire essenzialmente il traffico merci, per una circolazione più scorrevole nel cuore dell’Europa.
viaggio san gottardo

Un viaggio da vivere

Prendere la Galleria del San Gottardo non è solo un risparmio di tempo. Imbarcarsi a bordo dei treni che collegano Lugano, al confine con l’Italia, o Milano, vi regalerà un’esperienza ineguagliabile, entrare nelle viscere della Terra. Nel centro della galleria, farà un certo effetto pensare che la montagna si eleva a oltre 2.300 metri al di sopra del proprio convoglio. Oppure ci si meraviglia al pensiero di questo complesso di galleria di 150 km, opera del genio umano e della volontà di avvicinare le persone. Infine, apprezzerete certamente il comfort di attraversare l’Europa e i magnifici panorami del San Gottardo nel comfort di un treno ad alta velocità, mentre le strutture precedenti obbligavano a cambi di locomotive e a diversi tratti.
Regioni da scoprire

Regioni da scoprire

La Galleria del San Gottardo unisce la cittadina di Erstfeld a quella di Bodio. Facendo tappa in questi due piccoli centri vi accorgete dell’importanza economica ma anche umana della galleria. Infatti, le due grandi stazioni merci che ospitano fervono di attività e ricordano la prima vocazione di questo asse ferroviario. Inoltre, scoprirete tutta la diversità dei paesaggi svizzeri. Infatti, il San Gottardo collega in pochi minuti il Cantone di Uri, montuoso, in cui le cime superano i 3.000 metri e che vanta diversi ghiacciai, e il Canton Ticino, uno dei più meridionali. Quest’ultimo, aperto sull’Italia, coltiva una storia molto antica, segnata, per esempio, dal passaggio degli eserciti di Annibale e dai loro elefanti.
San Gottardo passione dei treni

La passione dei treni

Nonostante la sua geografia, la Svizzera ha sempre puntato sui treni. Se apprezzate sicuramente il fascino antico dei treni a cremagliera che viaggiano vero i villaggi alpini, ammirerete anche tutti i progressi realizzati per questo capolavoro di ingegneria che è la Galleria del San Gottardo.

Ti è piaciuto? Condividilo!

Vuoi saperne di più?

Continua l'avventura

LE NOSTRE GUIDE DI VIAGGIO i nostri hotel in svizzera

Casuale

Più idee di viaggio