Le Magazine Accor Hotels
Seguimi …

Cosa visitare a Friburgo?

#insiderTips 7 - Hotel ibis Fribourg

Ana, Rosina, Elvira, Jenny e Laurent vi portano alla scoperta di Friburgo! Friburghesi di origine o d’adozione, scoprono per voi i segreti di questa splendida città.

#insiderTips 7 - Partite alla scoperta di Friburgo con il personale dell'hotel ibis Fribourg - Hotel ibis Fribourg

Godersi la vita a Friburgo
Friburgo è una città che nasconde piccoli tesori gastronomici.   
Desiderate organizzare un pranzo tipico in stile “Bénichon”? Sarà composto da cuchaule, senape della Bénichon, brodo, prosciutto salato e affumicato, cosciotto d’agnello con contorno di poires à botzi. Come dessert, secondo le vostre preferenze, potrete gustare delle meringhe, frutti di bosco e crème double della Gruyère. 
Le irresistibili manie del team? Il dolce di vino cotto, vera e propria specialità della Bénichon. Un’altra prelibatezza, il dolce Vully. Lo troverete alla panetteria-pasticceria du Tilleul. 
Da non perdere, inoltre, gli Zähringerlis. Una specialità di Friburgo! È un biscotto leggero, generosamente ripieno con pralinato, nocciole e mandorle, rivestito di cioccolato double-crème. Insomma, una vera delizia! Da acquistare alla Confiserie Suard. 
Ma Friburgo, sono anche diverse birre dai sapori caratteristici. Tra queste, la Fri-Mousse, o la Patriote. 
Se dovessimo mettere in valigia un unico souvenir? O il chocolat de Villars, forse uno dei migliori del mondo, o il vacherin fribourgeois, un formaggio caratteristico. Amanti del dolce o del salato, scegliete voi! 

I tesori nascosti della città 
Tutto il team vi consiglia il Café du Belvédère. Potrete approfittare della più bella terrazza della città, con uno splendido panorama a strapiombo su Friburgo… e in più, ottime birre da degustare.
Un altro luogo che piace a tutti: la Lorette. Una cappella che si trova in alto sulla Sarina, di fronte alla città di Friburgo. La strada per arrivarci è molto piacevole e sarete sicuramente conquistati dalla vista meravigliosa sulla città e sul fiume. Una bella salita, consigliata a tutti i jogger! La Gola del Gottéron è una vera e propria oasi, da apprezzare nei periodi di caldo intenso…
Il preferito di Jenny: il Bensher’s Lodge. Un pub irlandese ubicato nella Città Bassa. Vi si trova la tradizionale Guinness che le ricorda l’anno trascorso in Irlanda…
Quali lingue si parlano a Friburgo?
A Friburgo, si chiacchiera in francese e in tedesco. Infatti, si parla spesso di Dzodzets per indicare gli Svizzeri Tedeschi, a Friburgo.  Si sente dire anche “bolzes “, il patois degli abitanti della Città Bassa di Friburgo, del quartier dell'Auge. Storicamente, è un quartiere popolare a maggioranza germanofona (i Bolzes), mentre la città comprende una maggioranza francofona. Un altro patois di Friburgo, il “Senslerdütsch “, tipico della regione della Singine.  

Qual è l’edificio che meglio rappresenta Friburgo?
Per il team, è il Pont de la Poya, il ponte a cavi più lungo della Svizzera. Da un altro ponte, quello di Zähringen, potrete anche ammirare uno splendido panorama. Un luogo a due passi dal Café du Belvédère.
Un’altra figura rappresentativa di Friburgo, il tiglio di Morat, albero tra i più famosi in Svizzera. Questo tiglio commemora la battaglia di Morat (1476). La leggenda narra che un messaggero sia corso a Friburgo per annunciare la buona notizia della disfatta dell’esercito di Borgogna. In segno di vittoria, agitava un rametto trovato sul campo di battaglia. Il rametto mise radici per trasformarsi nel corso degli anni in uno splendido tiglio. Purtroppo, questo bell’albero conobbe una tragica fine. Fu distrutto in un incidente stradale nel 1983. Oggi rimane un alberello, dai resti del maestoso tiglio. Ogni anno si celebra il ricordo del messaggero, la prima domenica di ottobre, con la corsa Morat-Fribourg. Vi partecipano più di 8.000 sportivi.
Chi sono le personalità locali di Friburgo?
Hubert Audriaz è un artista, creatore di animazioni per la città di Friburgo ed ex-giocatore di hockey a Friburgo-Gottéron. Incantatore della Città Bassa, tutti lo conoscono a Friburgo e gira la città in motorino. Ha creato l’emblema dell’HC Fribourg-Gottéron: il drago.  Infatti, Hubert Audriaz senza il suo motorino, è un po’ come Gottéron senza il suo drago!  
Un’altra personalità imprescindibile, Michel Simonet, il cantoniere con la rosa, poeta e filosofo. Famoso in tutta la città, spinge un carretto ornato da un fiore e pulisce con solerzia. Ha visitato l’ibis Fribourg nel 2015 con Miss Svizzera 2015.
Scoprite anche Gustav, cantante della Singine. Le sue divertenti filastrocche, le sua ballate folk, il suo modo di spezzare e confrontare il francese e il senslertütsch sono una vera delizia! Il suo senso dell’umorismo, ricchissimo, è oltremodo comunicativo.
Jean Tinguely è, invece, scultore, pittore e disegnatore. È famoso soprattutto per la costruzione Crocrodrome de Zig & Puce al Centro Nazionale d’arte e di cultura Georges Pompidou a Parigi. 
Infine, Jo Siffert è anche lui di Friburgo. È uno degli unici piloti automobilistici svizzeri ad avere vinto in Formula 1.

Qual è l’evento da non perdere a Friburgo?
Il primo è il Carnevale di Bolzes. Tutta la città è in festa! Il corteo della domenica pomeriggio con i carri e i gruppi di Guggenmusik è l’elemento principale del carnevale che si conclude con il processo e la condanna a morte del Grand Rababou. La particolarità di questo carnevale di Friburgo sono gli abitanti della Place du Petit-St-Jean che aprono le cantine al pubblico, dando origine ad altrettanti bar effimeri.
Altro evento da non perdere è il Festival de Georges. Un evento musicale che si svolge nella Piazza Georges-Python in centro a Friburgo, a luglio.
A fine primavera, appuntamento alla Fête de Pérolles. Grandi e piccini si riuniscono per strada, intorno ai banchi del mercato. In programma: musica e divertimento!
Infine, la festa della Bénichon è tradizionalmente la festa della benedizione. Nel corso dei secoli, la cerimonia religiosa è scomparsa, lasciando solo la festa popolare e gastronomica. Si mangia per oltre sei ore! Arriva quindi il momento della danza al ritmo della musica folcloristica, per divertirsi ancora di più.
Quali sono le cose più insolite di Friburgo?
La prima, è il Rababou! Con il carnevale, si festeggia la fine dell’inverno. E, come momento saliente, il Rababou, l’omino dell’inverno, viene ucciso in Piazza Petit-St- Jean.
Altrettanto sorprendente, il golf urbano di Friburgo è un percorso di 18 buche, tracciato nello splendido quadro della Città Vecchia di Friburgo. Qui, si uniscono sport e gioco. Un luogo perfetto per partire alla scoperta del patrimonio storico di una delle più belle città medievali della Svizzera.
  

Ti è piaciuto? Condividilo!

Vuoi saperne di più?

Continua l'avventura

LE NOSTRE GUIDE DI VIAGGIO I NOSTRI HOTEL A FRIBURGO

Casuale

Più idee di viaggio